La Valle d’Itria è una delle zone più belle e pittoresche della Puglia: si tratta di un territorio compreso tra le province di Bari, Taranto e Brindisi che si estende dalle colline delle Murge Tarantine fino al Mare Adriatico.

Il paesaggio offerto dalla Valle d’Itria è uno dei più incantevoli 4327061della regione: agli occhi del turista si presenta infatti un susseguirsi armonioso di basse colline, dolci declivi e avvallamenti ricoperti da uliveti, costellati qua e là dai caratteristici trulli (tipiche abitazioni in pietra a forma di cono) e dalle masserie. Ad arricchire il paesaggio vi sono anche foreste, boschi, siti archeologici (Egnazia) oasi naturali, gravine e grotte di origine carsica, tra cui le famose Grotte di Castellana.

Percorrendo le strade della Valle d’Itria spiccano i tre colori dominanti: il verde della vegetazione, con uliveti, vigneti e querceti, il rosso cupo della terra locale, il bolo (terra rossa), che favorisce le svariate coltivazioni agricole, ed il bianco lucente delle costruzioni in calce dei trulli, delle masserie e dei centri storici dei paesini della Valle, che fanno capolino dalla sommità delle colline, dominando i territori circostanti.

La Valle prende il nome dalla Madonna dell’Odigitria, madonna-odigitriavenerata nel culto religioso bizantino, secondo il quale era ‘colei che indicava la via da percorrere’ ai numerosi viandanti che per secoli si sono succeduti in questa zona, da sempre crocevia di transiti e scambi commerciali da e verso l’Oriente. Il culto della Madonna fu importato in Puglia intorno al 977 da alcuni monaci Basiliani provenienti dall’Impero Romano d’Oriente, che fondarono qui un sito monastico.

Tutti i paesi della zona vantano una storia millenaria, in quanto hanno vissuto le varie vicende storiche della Puglia antica, dalle prime colonie Messapiche, alla Magna Grecia ed all’Impero Romano, fino alle dominazioni dei Goti, dei Longobardi e dei Normanni, e, in ultimo, a quelle dei Saraceni durante il Medioevo.

In questa bellissima zona della Puglia, il turista potrà visitare borghi e paesi ricchi di storia ed arte come Martina Franca, Noci e Putignano, dedicarsi a lunghe passeggiate nelle secolari campagne di Locorotondo e Cisternino, potrà scendere nel cuore delle Grotte di Castellana, visitare i Trulli di Alberobello, rilassarsi sulle spiagge di Monopoli , girovagare nei tortuosi vicoli di Ostuni, detta la città bianca per il colore delle su abitazioni, oppure dedicarsi alla natura nello Zoo Safari di Fasano.

Inoltre, proseguendo verso sud, si potrà giungere fino a Brindisi, da secoli una ´porta verso l’Oriente´, e di là partire per un interessante tour alla scoperta delle antiche strade dei Messapi, che ci porteranno attraverso borghi caratteristici come Ceglie Messapica, Villa Castelli e San Vito dei Normanni.
Gli amanti della natura potranno anche dedicarsi al percorso naturalistico delle Gravine, seguendo l’itinerario delle Murge Tarantine che da Ginosa porta a Grottaglie, fermandosi a Taranto per scoprire le meraviglie della più antica colonia della Magna Grecia in Puglia.